Un'automobile in fiamme e una bottiglia incendiaria poggiata sul parabrezza. Un particolare che dice più di un semplice sospetto ha dato il via alle indagini dei carabinieri della Compagnia di Latina sull'attentato incendiario subito, nella tarda serata di venerdì, da un giovane del capoluogo. Il rogo è divampato intorno alle 22:30 nel parcheggio condominiale di una palazzina popolare di via Galvaligi, dove abita il proprietario della vettura, un ventiseienne del capoluogo che conduce una vita tranquilla e, a parte qualche trascorso per droga, fino all'altra sera non aveva destato l'attenzione degli investigatori dell'Arma.
A quanto pare nessuno, tra residenti e passanti, non ha visto l'attentatore, che probabilmente ha atteso il momento opportuno per passare all'azione. Sta di fatto che il fragore delle fiamme ha subito attirato l'attenzione di qualcuno che non ha esitato ad allertare la centrale operativa del 115. Una rapidità d'intervento che ha permesso ai vigili del fuoco di domare le fiamme prima che l'automobile, una vecchia Renault Twingo, venisse completamente avvolta dal rogo.