La Corte d'Appello della Corte dei Conti si è pronunciata sulla vicenda dei fondi concessi dalla Regione Lazio per la questione relativa alla riconversione delle reti da posta. I giudici hanno riconosciuto il danno erariale nei confronti dell'allora giunta guidata da Pompeo Rosario Porzio. La sentenza d'Appello ha conferma le pene del primo grado che sono state così stabilite: per Pompeo Rosario Porzio, ex sindaco, è stato calcolato 36 mila euro; per Ettore Di Meglio, delegato del sindaco alla pesca 28.571 euro; per Carlo Marcone, assessore al bilancio, 9 mila euro; per Gaetano Feola, assessore e vicesindaco, 9mila euro. Dall'accertamento sono passati undici anni, per cui secondo la rivalutazione monetaria e gli interessi legali i novemila euro salgono ad una cifra pari a circa tredicimila euro.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (lunedì 2 ottobre)