Sarà la trascrizione del contenuto della registrazione di una telefonata a fare chiarezza su una vicenda di violenza sessuale dai contorni poco chiari. Un'accusa pesante che pesa ancora di più in considerazione del fatto che a commettere questo atto indegno sarebbe stato commesso da un medico nell'esercizio delle sue funzioni. Per di più un medico dell'Asl che avrebbe tentato di abusa di una paziente all'interno dello studio Asl di Gaeta.
Ieri mattina si è tenuta davanti al collegio del tribunale di Cassino presieduto dal Giudice dottoressa Donatella Perna l'udienza relativa al processo per violenza sessuale che vede al banco degli imputati il medico 58 anni A.S. di Formia difeso dal suo legale di fiducia, l'avvocato Francesco Ferraro, il quale ha richiesto la perizia per l'acquisizione della registrazione telefonica prodotta in atti. La causa è stata rinviata al prossimo 12 dicembre per il giuramento del perito del tribunale la dottoressa Vendittelli. Il processo subirà un ulteriore rinvio per la discussione della trascrizione della registrazione da parte del ctu.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (15 novembre 2017)