Ha deciso di ribellarsi alle continue persecuzioni e ai maltrattamenti da parte dell'ex convivente e per questo si è recata al Commissariato di Formia, dove ha depositato una dettagliata segnalazione per denunciare gli abusi subiti da cui è scaturita la notifica di ammonimento da parte del Questore nei confronti di un uomo del posto di circa 60 anni.
Da quanto ricostruito la donna, più giovane di circa 20 anni, aveva intrapreso una relazione con un collega di lavoro, giungendo ad una convivenza presso un'abitazione sita nella zona periferica di Formia. Con il passare del tempo però i rapporti si sono compromessi a causa di incompatibilità caratteriali e sono sfociati in una serie di dispetti degenerati in gravi atti intimidatori e di minacce. Da quanto riferito, oltre ai continui messaggi tramite social network e le ripetute telefonate, vi sono stati documentati episodi di danneggiamento effettuati addirittura con dell'acido. Infatti la donna ha registrato ai suoi danni un gravissimo caso per il quale ignota persona, danneggiava il suo ciclomotore con un liquido verosimilmente acido, che ne corrodeva la vernice della scocca.  Successivamente a tale episodio, attribuibile ad ignote persone, l'uomo oggetto del provvedimento, si presentava davanti l'abitazione della ex convivente e cercava di forzarne la porta d'ingresso. Nella circostanza l'uomo veniva affrontato dal figlio della donna che impediva che i danneggiamenti fossero portati ad ulteriori conseguenze.  Gli operatori del Commissariato di Formia si attivavano di urgenza, al fine di trovare ulteriori elementi a conferma di quanto denunziato e ascoltavano – pertanto – alcuni testi indicati nella denunzia, completando il quadro della vicenda. Per quanto sopra la Questura di Latina/Divisione Anticrimine ha emesso il provvedimento di ammonimento da parte del Questore, come previsto dalla Legge sugli atti persecutori cd. stalking, notificato prontamente nei confronti del destinatario. 
E' questo l'ennesimo episodio che viene trattato dalla Polizia di Stato, che segue di poco l'avvenuto arresto dell'autore di una serie di episodi di minaccia e violenza nei confronti di due donne di Formia, avvenuto nei giorni scorsi allo scalo voli internazionali di Fiumicino. Il provvedimento, emesso dalla Procura di Cassino, prevedeva la misura cautelare del carcere a carico di un tossicodipendente che si era accanito nei confronti della madre della sorella e della propria fidanzata, alla continua ricerca di danaro per pagarsi la dose giornaliera.