In dieci sono stati rinviati a giudizio dal gup, Laura Campoli, per un giro di falsi incidenti stradali su cui all'inizio hanno indagato le Procure di Milano, Trieste e Latina, dove gli accertamenti sono stati seguiti dal sostituto procuratore Gregorio Capasso. Tutti gli indagati devono rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla truffa in danno delle compagnie assicurative e in particolare dell'Allianz. L'inchiesta è iniziata a seguito di una informativa del Nucleo anti sofisticazione del Ministero della Salute delegati poi dal magistrato inquirente. I militari di Latina avevano accertato delle condotte illecite da parte degli indagati che ottenevano i risarcimenti per incidenti stradali in realtà mai avvenuti o palesamente contraffatti. Gli incidenti erano simulati quasi in maniera perfetta ma gli investigatori hanno accertato ugualmente le condotte illecite. L'indagine è durata oltre due anni.