Non è solo l'amianto a fare ancora paura nel sito della ex "Eco-X" di Pomezia, distrutto da un incendio lo scorso 5 maggio e ancora non bonificato. Durante la conferenza dei servizi convocata dal Comune di Pomezia nei giorni scorsi e che ha visto seduti intorno a un tavolo i rappresentanti di diverse istituzioni - seppure con l'assenza della proprietà e del gestore -, è emersa la necessità di ottenere un documento dettagliato rispetto allo stato attuale del sito ma anche al piano di bonifica.
A evidenziare queste criticità è stata la dottoressa Valeria Frittelloni, rappresentante dell'Ispra (l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale). Premettendo che il contributo dell'istituto non è di natura economica ma esclusivamente di carattere scientifico e tecnico, ha spiegato che il documento oggetto della conferenza, ossia il prospetto tecnico - progettuale "Analisi dello stato dei luoghi e relazione tecnica-economica" consegnato nelle scorse settimane dall'azienda proprietaria a seguito di un sopralluogo effettuato da una ditta specializzata, presenta alcune carenze «in ordine alla descrizione dello stato dei luoghi» ma anche «alle modalità di campionamento e caratterizzazione dei rifiuti», oltre che rispetto agli analiti da ricercare. Insomma, a sua detta, «è auspicabile - si legge nel verbale della conferenza - una relazione maggiormente dettagliata che descriva lo stato dei luoghi con particolare riferimento all'area interessata dall'incendio e alle condizioni ambientali del contorno» come, per esempio, la presenza di corsi d'acqua. In più, secondo la referente dell'Ispra, servono maggiori delucidazioni sulle condizioni attuali di stabilità dei manufatti e dei muri perimetrali resi fatiscenti dagli effetti dell'incendio, «anche al fine di quantificare gli interventi di messa in sicurezza, smontaggio o demolizione delle infrastrutture». Inoltre, occorrerebbe verificare lo stato attuale della rete di gestione delle acque reflue e di quelle meteoriche, oltre che di quelle sotterranee. Infine, il documento dovrebbe anche essere corredato da vari tipi di planimetrie.