La Polizia di Stato - Questura di Latina continua senza sosta il lavoro di monitoraggio del tessuto sociale della provincia per far emergere ogni forma di criminalità. In tale ambito gli uomini della Questura di Latina vagliano di continuo le posizioni dei "pregiudicati" locali per verificarne la pericolosità sociale e valutare l'adozione di idonee misure preventive.
L'attività ha prodotto negli ultimi anni positivi risultati, grazie a misure di prevenzione come l'applicazione di sorveglianze speciali, l'obbligo di soggiorno notificate a "grandi nomi" della criminalità gravitanti in provincia. Anche nell'anno in corso sono stati emessi provvedimenti preventivi volti al contrasto della criminalità su tutto il territorio della provincia su proposte dei presidi territoriali delle Forze dell'Ordine. L'azione degli investigatori della Polizia si Stato non ha risparmiato neanche il settore delle misure di prevenzione patrimoniali. Infatti come si ricorderà nel febbraio scorso sono stati imposti i sigilli al patrimonio di Tuma per un ammontare di circa 3 milioni di euro , mentre lo scorso maggio è stato eseguito il sequestro a Di Silvio Costantino detto "Cha Cha", in attesa del finale pronunciamento del Tribunale di Latina.
Infine a seguito della sempre crescente richiesta di sicurezza dei cittadini sono stati effettuati mirati controlli nei confronti di tutte quelle persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione quali arresti domiciliari, detenzione domiciliare e sorveglianza speciale.
In questi giorni la Questura Latina, ha tracciato un bilancio delle attività di prevenzione, controllo e contrasto alla criminalità conseguendo i seguenti risultati:

Fogli di Via Obbligatori : n.53
Avvisi Orali: n.69
Sorveglianze speciali con obb. n. 11
Sorveglianze speciali n. 05
DASPO n. 20
Ammonimenti n. 14
Controlli arresti domiciliari n. 97