Nel corso di un controllo messo in atto al rientro in carcere dei detenuti in regime di semi-libertà, i poliziotti penitenziari di Velletri hanno trovato droga e soldi in possesso di un uomo italiano. In particolare, stando a quanto reso noto dai sindacalisti dell'Ugl polizia penitenziaria Carmine Olanda e Ciro Borrelli, la perquisizione personale a sorpresa ha fatto ritrovare, nelle disponibilità del detenuto, una sostanza di colore bianco (verosimilmente cocaina) e un mazzetto di banconote in contanti per circa mille euro. A quel punto, sono scattati altri accertamenti sia nella casa dell'uomo che sul luogo di lavoro, in collaborazione coi carabinieri; in più al detenuto sono stati revocati tutti i benefici. «La polizia penitenziaria di Velletri - ha spiegato Borrelli - purtroppo non ha unità cinofile antidroga e ha un organico ormai ridotto al minimo a causa del blocco del turn over». «Il Ministro Orlando - ha aggiunto Olanda - deve capire che servono uomini e mezzi per ogni istituto».