Svolta positiva per i residenti del Casello 45, i residenti rimasti «isolati» dopo la chiusura del passaggio a livello per permettere i lavori del nuovo sottopasso. Martedì scorso il signor Lanza,  proprietario del terreno adiacente alla stazione di Campo di Carne, ha firmato una lettera d'intenti (alla  quale seguirà un contratto) che permetterà al Comune di Aprilia di avviare i lavori per il completamento di via Vesuvio, permettendo così un accesso diretto al parcheggio dello  scalo  per i residenti del quartiere, attualmente costretti a  un giro interminabile (di diversi chilometri)  per raggiungere la ferrovia o la fermata autobus più vicina.
Con questa lettera il Comune potrà già entrare nel terreno per eseguire i rilievi. «Per prima cosa - dice l'assessore ai Lavori Pubblici, Mauro Fioratti Spallacci  dovremo verificare che nel suolo non ci siano ordigni bellici, inoltre il proprietario ci ha chiesto un mese di tempo per spostare le attività del golf club. Poi, una volta firmato il contratto, potremo partire con i lavori di completamento».
Resta ancora qualche dettaglio da sistemare, quello più importante riguarda il canone che il proprietario chiede per la cessione del terreno e la riduzione delle attività: 40 mila euro all'anno per 24 mesi. Tutto ciò in attesa che dalla Regione ritorni il piano integrato, approvato dal Consiglio comunale, che oltre al trasferimento di parte delle cubature prevede la cessione al Comune di via Vesuvio.  A quel punto il canone decadrebbe. «In questi giorni abbiamo parlato - continua Fioratti Spallacci -  diverse volte con la Regione, c'è la possibilità che da parte arrivi la disponibilità a  coprire il costo del canone che non riguarda solo la strada, ma anche la riduzione delle attività che subirà il golf club.  Personalmente non mi convince, ma in questo momento la priorità è trovare una soluzione per la famiglie e le aziende  che rischiano di rimanere isolate. E questa è la procedura più veloce. Tutto ciò in attesa che dalla Regione ritorni approvato il piano integrato».