Magro il bottino della rapina a mano armata che si è verificata questa mattina a Gaeta presso la sede centrale delle Poste Italiane in piazza Carlo terzo. Solo poche centinaia di euro. Ad evitare che venisse messo a segno un colpo di grande valore (considerato che proprio questa mattina erano giunti i soldi per il pagamento delle pensioni e tredicesime) è stato il direttore dell'Ufficio postale Francesco Di Biase che di fronte alla minaccia di aprire la cassaforte ha fatto resistenza, tanto da prendersi un colpo con il calcio della pistola in testa, per fortuna senza riportare ferite gravi. Attimi di terrore, ma poi le tre persone con il volto coperto sono fuggiti, uscendo proprio dalle porte antipanico che ci sono sul retro. Saliti su una Fiat Punto bianca hanno fatto perdere le loro tracce. È molto probabile che giunti su via Serapide siano scesi dalla macchina e sia saliti su un furgone mascherato da ambulanza e siano scappati verso nord. Proprio in quella via, infatti, è stata trovata la Fiat Punto che è risultata rubata nelle zone del casertano. Intensificati i posti di blocco di polizia e carabinieri