Due incendi nella stessa zona della città, due automobili distrutte dalle fiamme a poca distanza l'una dall'altra. Ma tra i due proprietari non sembra esserci alcun collegamento, nessuna affinità. Non sono state trovate tracce del dolo, ma è difficile immaginare una simile coincidenza e l'unica spiegazione plausibile, per gli investigatori della Questura, sembra essere l'azione di un piromane. Ipotesi che risveglia le paure dei residenti di un quartiere, quello sviluppato lungo via Isonzo, finito più volte al centro di vere e proprie escalation incendiarie negli anni passati. Un vero e proprio incubo che non sembra conoscere la parola fine.  L'allarme alla centrale operativa del 115 è scattato nel cuore della notte di ieri, quando i passanti hanno notato le due vetture avvolte dalle fiamme. Una era parcheggiata proprio in piazza Aldo Manuzio, una Volkswagen Sharan con targa bulgara della quale non è stato possibile rintracciare il proprietario, mentre l'altra era in sosta all'interno di un condominio poco lontano che affaccia sullo stesso slargo, un'Audi A6 station wagon il cui proprietario ha assicurato alla polizia di non avere avuto problemi con nessuno tali da giustificare un atto simile. Per entrambi i veicoli il fuoco si è propagato dalla parte anteriore e ha interessato anche l'abitacolo. Difficile stabilire l'eventuale presenza di sostanze acceleranti e inneschi non ne sono stati trovati, ma le circostanze sembrano le stesse dei precedenti incendi.