La Polizia di Stato di Terracina, in questi giorni, hanno notificato ad un 43enne terracinese l'Ammonimento del Questore di Latina per atti persecutori (stalking) commessi nei confronti della sua ex convivente.

  La donna, una coetanea anch'essa del luogo, che esercita un'attività lavorativa  di libera professionista, da oltre un anno e mezzo era vittima di atti persecutori da parte del suo "ex". Questi, a seguito della decisione della stessa di porre termine la loro relazione sentimentale, aveva innescato una serie di condotte tali da limitarne i liberi spostamenti giungendo sino a seguirla in ambienti lavorativi e costringendola a cambiare radicalmente le proprie abitudini di vita.

L'uomo, oltre a farsi notare nei pressi del luogo di lavoro, ne monitorava ogni spostamento. Ciò accadeva di giorno ma anche nelle ore notturne durante le quali la stessa effettuava turni di lavoro.

In una circostanza lo "stalker" la seguiva in "trasferta" quando la professionista si era recata ad un convegno per il quale avrebbe pernottato fuori città.

La stessa, nel vedere "materializzarsi" lo "stalker" in albergo, aveva un crollo psicologico tale costringerla a fuggire e a sottrarsi agli impegni lavorativi.

Una volta tornata a Terracina la donna più volte si accorgeva di essere seguita dal suo ex fidanzato. In una circostanza l'uomo l'aveva tampinata in auto cercando di indurla a fermarsi fino a quando, approfittando del traffico nel quale era imbottigliata, l'uomo scendeva dalla sua autovettura e l'aggrediva pubblicamente.

L'uomo ha dato prova di essere molto abile a farsi notare per pochi istanti, quel tanto che bastava a destabilizzarla, ed altrettanto repentinamente riusciva a sottrarsi ai controlli di Polizia, dandosi a precipitosa fuga.

L'evento più scioccante che la vittima era costretta a subire si è verificato  quando l'uomo, preventivamente dotatosi delle chiavi dell'appartamento della donna, all'improvviso si era presentato in casa.

La Squadra Anticrimine del Commissariato di Terracina, dopo mirata attività istruttoria, esperita e concertata con la Divisione Anticrimine della Questura, ha ricostruito i vari episodi di cui si era reso protagonista lo "stalker" riuscendo a così a dimostrare la veridicità del racconto della vittima.

Pertanto nei confronti del 43enne terracinese è stato emesso il Provvedimento di Ammonimento per "Stalking" dal Questore di Latina.