È uscito dall'ufficio e si è seduto al volante della propria automobile, una costosa Bmw, poi si è trovato una pistola puntata contro. Un consulente finanziario del capoluogo si è trovato a vivere la stessa situazione che una settimana fa era toccata a un noto imprenditore della grande distribuzione, per giunga nello stesso luogo del centro di Latina. Questa volta però le cose sono andate male per il bandito, fuggito a mani vuote quando la vittima ha accennato una reazione.
Le coincidenze tra i due colpi sembrano essere certezze per gli investigatori della polizia che stanno confrontando gli identikit raccolti dalle vittime in cerca di conferme al sospetto che un bandito, sempre lo stesso, abbia preso di mira il centro città per rapinare persone in vista. Neanche a farlo a apposta le vittime delle due azioni "fotocopia" lavorano nello stesso edificio del centro.
Nel caso precedente, era di lunedì, sempre nel tardo pomeriggio, il bandito aveva puntato una pistola all'imprenditore nel momento in cui era salito a bordo della propria auto parcheggiata alle ex autolinee per farsi consegnare il costoso orologio Rolex che indossava e il portafogli. Quindi si era congedato pronunciando una serie di pesanti minacce.