Otto persone finite in carcere, quattro ai domiciliari, quattro destinatarie di obblighi di polizia giudiziaria e altre quattro dell'obbligo di dimora, più un uomo ancora da trovare. E' questa la sintesi dell'operazione "Catena" messa a punto dai poliziotti del commissariato di Anzio e della Squadra Mobile della Questura di Roma all'alba di oggi - 30 gennaio 2018 -, i cui risultati sono stati illustrati poco fa in una conferenza stampa.

Si tratta di un'indagine che ha avuto inizio nel 2016 e ha interessato i territori di Ardea e Aprilia, dove sono state bloccate le persone in questione. Si tratta, nello specifico, di una organizzazione non strutturata, anche se la Procura della Repubblica di Velletri ha ritenuto che esistesse un capo del gruppo, alcune persone che lavoravano a stretto contatto con lui e poi una fitta rete di spacciatori al dettaglio.

L'operazione prende il nome dal soprannome di colui che è ritenuto il capo del gruppo, detto "Catena", mentre il quadro investigativo è emerso grazie a una serie di intercettazioni telefoniche e attività investigative tradizionali, con lo spaccio che avveniva in una fascia di territorio compresa fra Ardea, Tor San Lorenzo, Lido dei Pini e Anzio. 

Lo spaccio era rivolto a una platea vastissima e i pusher lavoravano 24 ore su 24, dandosi il cambio a mo' di turnisti. Le ordinazioni della droga, soprattutto cocaina purissima e un po' di marijuana, arrivavano tramite un cellulare che i turnisti si passavano fra loro, eludendo i controlli delle forze dell'ordine cambiando spesso nascondiglio della droga. Nessuno di loro, in caso di perquisizioni, aveva mai con sé dello stupefacente.

Il giro d'affari, però, era vastissimo: in un anno, secondo la polizia, il gruppo ha ottenuto incassi per circa novecentomila euro.

Dalle prime ore di questa mattina, 30 gennaio 2018, è in atto una vasta operazione di polizia giudiziaria sul litorale, a sud della Capitale, con l'esecuzione di numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere, inerenti il traffico di sostanze stupefacenti.

La polizia di Stato, con in testa gli agenti del commissariato di Anzio, sta dando esecuzione a diversi provvedimenti, che sembrerebbero riguardare soprattutto il territorio di Anzio, ma non è escluso che sia interessata anche la vicina Aprilia. 

I dettagli dell'operazione saranno illustrati durante una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.30 nei locali del commissariato Anzio/Nettuno.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI