Il fenomeno torbidità è tornato a manifestarsi nell'acqua già da lunedì e, nel pomeriggio di martedì scorso, è stato certificato dai valori che Acqualatina ha inviato ai vari sindaci dei Comuni che ricevono acqua dalla centrale di Fiumicello. Valori che parlano di una NTU (il valore che indica la torbidità) sotto i livelli di guardia solo a Roccagorga (2,5) mentre a Priverno, Roccasecca dei Volsci, Maenza, Prossedi e Villa Santo Stefano i dati hanno confermato ciò che i cittadini sostenevano ormai da giorni, ossia che l'acqua non è buona. Già dalla mattina lo stesso gestore idrico ha inviato una nota con la quale si informavano le amministrazioni che l'acquedotto di Fiumicello era interessato da un evento di torbidità, riservandosi però di fornire i valori puntuali per ciascun comune. Di fronte a tale comunicazione, il sindaco di Roccasecca dei Volsci, Barbara Petroni, ha deciso di agire in via preventiva emanando un'ordinanza di divieto di uso e consumo dell'acqua a scopo potabile. Lo stesso ha fatto il sindaco di Prossedi, Angelo Pincivero. Verso le 17, poi, i valori dettagliati sono arrivati. Anna Maria Bilancia, primo cittadino di Priverno, che già la sera prima aveva consigliato sui Social ai cittadini di non utilizzare l'acqua a scopo potabile, ha emesso un'apposita ordinanza seguita dal sindaco di Villa Santo Stefano, Giovanni Iorio. Il sindaco di Maenza, Claudio Sperduti, ha provveduto affinché l'ordinanza venisse pubblicata all'apertura degli uffici comunali mercoledì mattina, visto che martedì pomeriggio, causa chiusura pomeridiana degli uffici, nessuno aveva potuto provvedere. Si tratta della terza volta che tutti i Comuni coinvolti si trovano di fronte a un atto collettivo. Lo stesso si era verificato già lo scorso 22 dicembre 2017 e poi l'8 gennaio 2018. Le ordinanze emesse stabiliscono il divieto a impiegare l'acqua come bevanda e per la preparazione dei cibi, lasciandola quindi idonea per il solo utilizzo per igiene personale e la pulizia dei locali. Gli atti sono ovviamente suscettibili di revoca non appena i valori torneranno nella norma. Per quanto riguarda i valori registrati, Prossedi fa registrare 59.4, Roccasecca dei Volsci 39.5, Villa Santo Stefano 32.1, Maenza 19.7, Priverno 31.1, Roccagorga 2.5.