Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Regione Lazio

La sede della Regione Lazio

0

Un'indagine da Roma coinvolge dieci raccomandati pontini in Regione

Latina

Un'indagine della Procura di Roma svela la pletora di amici e parenti che la classe politica e dirigente della provincia di Latina ha infilato in Regione. Il sostituto procuratore, Alberto Galanti, contesta i reati di truffa, falso in atto pubblico e abuso d’ufficio a 18 ex alti funzionari della Pisana (sospesi solo a gennaio 2014 dopo innumerevoli interventi di alcuni sindacati).Ipontini sono 10 sul totale dei 18. Risultano indagati a vario titolo Raniero De Filippis, di Fondi, già direttore del servizio Ambiente della Pisana, i suoi due nipoti Alessandro e Raffaella De Filippis, di Fondi, funzionari del Creia di Fondi e di Roma, Maria Grazia Pompa, di Latina, già numero due di Arpa Lazio e poi responsabile dell’Area rifiuti regionale al tempo in cui si sono consumati i favori al gruppo Cerroni, Matilde Scalesse, di Gaeta, dirigente del Parco Riviera di Ulisse, Giovanni D’Onofrio di Terracina, Maria Maddalena Votta, di Gaeta, Fabio Refini, di Fondi, ex segretario di Forza Italia nonché ex consigliere in quella città, Dante Novello di Itri, Giuseppe Campolongo di Fondi. Secondo l’accusa i 18 ex funzionari e dirigenti «in esecuzione del medesimo disegno criminoso» hanno creato «carriere dirigenziali a tavolino in favore di soggetti privi di requisiti di accesso alla dirigenza regionale».

Articolo completo ora in edicola con Latina Oggi del 22 maggio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400