Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Falsi d’autore  in profumeria
0

Falsi d’autore
in profumeria

Fondi

Nuovo colpo al commercio di prodotti contraffatti da parte dei militari della Guardia di Finanza di Fondi che, coordinati dal comando provinciale, nei giorni scorsi hanno tolto dagli scaffali di due attività della Piana circa mille flaconi di profumi con marchio contraffatto. I controlli, inquadrati nell'ambito delle attività finalizzate alla repressione degli illeciti in materia di contraffazione dei marchi di fabbrica effettuati dal comando provinciale coordinato dal colonnello Giovanni Reccia, hanno portato i finanzieri del maggiore Andrea Ceccobelli a individuare e sequestrare circa mille confezioni di profumi illegali.

Come appurato, due attività commerciali di Fondi, infatti, esponevano confezioni di profumi con marchi falsificati. In particolare, le Fiamme Gialle hanno rilevato come la merce riproducesse i loghi e i marchi di note griffe della moda e della profumeria, sia nazionali che internazionali, in maniera così puntuale da poter trarre in inganno l'acquirente, ovviamente in violazione alle disposizioni di legge in materia.

Pertanto i mille flaconi, riproducenti abusivamente le grafiche registrate di “Burberry”, “Armani”, “Davidoff”, “Chanel”, “Hugo Boss”, “Calvin Klein”, “Laura Biagiotti” e altri, sono stati sottoposti a sequestro, per un valore complessivo – potenziale, ndr – di circa diecimila euro. I due rivenditori sono stati quindi denunciati alla Procura della Repubblica per l'ipotesi di reato di introduzione nello stato e in commercio di prodotti con segni falsi e per vendita di prodotti industriali con segni mendaci. I profumi, invece, verranno avviati allo smaltimento presso centri di raccolta autorizzati al trattamento dei rifiuti speciali e distrutti attraverso compattatori industriali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400