Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Peschereccio a fuoco al porto di Formia recuperato dai vigili del fuoco
0

Caso petcoke oggi l'incontro con i carabinieri del Noe per capire le azioni da intraprendere

Formia

Sono state molte, troppe le segnalazioni sul petcoke ed è per questo che oggi si è tenuto un incontro a Formia tra alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale ed i Carabinieri del Noe. Un problema che non riguarda solo il Comune di Formia. "Il Sindaco di Gaeta  -hanno commentato infatti  il primo cittadino Sandro Bartolomeo e l’Assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Formia Maria Rita Manzo -  ha risposto alla nostra nota condividendo le preoccupazioni di Formia e rappresentando la sua disponibilità ad incontrare l’Autorità Portuale per avere garanzie sulla regolarità delle operazioni di trasporto e scarico del petcoke da parte dei mezzi diretti da e verso il porto di Gaeta". L'obiettivo da raggiungere è quello di un tavolo per avviare i controlli necessari e rendere più sicure le operazioni al porto. 

"Questa mattina – continuano sindaco e assessore  – abbiamo accolto in Comune i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico cui ci eravamo rivolti a seguito delle denunce raccolte dai cittadini che segnalavano la dispersione di petcoke sulle strade del territorio comunale. La cosa ci ha naturalmente allarmato, trattandosi di un materiale altamente inquinante e nocivo per la salute delle persone. Ai Carabinieri abbiamo rappresentato le nostre preoccupazioni, fornendo le informazioni in nostro possesso. Siamo lieti del fatto che il Sindaco di Gaeta condivida l’esigenza di fare chiarezza su questo tema così delicato. Insieme promuoveremo una riunione operativa alla quale parteciperanno Autorità Portuale e forze dell’ordine preposte ai controlli, partendo da quelle che operano all’interno del porto demandate alla verifica delle operazioni di movimentazione e sistemazione del petcoke sui mezzi di trasporto. Sulla salute delle persone non c’è campanile o interesse di parte che tenga – concludono - Vogliamo andare in fondo alla questione a tutela e salvaguardia dei nostri concittadini". 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400