Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Martedì alle 10.30 arriva il Ministro dei Beni Culturali Franceschini

Il ministro Dario Franceschini

0

Garitta borbonica a rischio crollo, Vacciano interroga il ministro Franceschini

Formia

Presentata dal senatore pontino, ex grillino, Giuseppe Vacciano, un'interrogazione sulla garitta borbonica che si affaccia nel porticciolo di Caposele, a Formia, a rischio crollo. "Questa costruzione a chiosco - fa sapere il parlamentare - che riparava la sentinella di guardia è un piccolo fabbricato realizzato a ridosso delle mura dell’antica villa di Cicerone (oggi Villa Rubino, complesso privato) e, nonostante dal punto di vista architettonico faccia parte dello stabile attribuito a Cicerone e ai Borboni, nella suddivisione delle particelle catastali è confluita nella proprietà (concessione) comunale". Vacciano ha così chiesto al ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, se il Comune di Formia ha richiesto la “valutazione di interesse culturale”, procedimento tramite il quale qualsiasi bene storico può essere riconosciuto come patrimonio nazionale con la finalità di tutela secondo quanto stabilito dal Codice dei bei culturali (D. Lgs. 42/2004). "Oltre alle minacce di cedimento della struttura, a sostegno della quale in passato sono stati inseriti rudimentali pali di legno - specifica sempre l'onorevole - è stato segnalato al ministro Franceschini che con un bando comunale per l’assegnazione del servizio di ormeggio all'interno del porto di Caposele, l’impresa che vincerà la gara dovrà restaurare la garitta borbonica senza alcun obbligo di collaborazione con la Soprintendenza: questa, d’altro canto, è l'organo periferico del MIBACT che, nella fase esecutiva degli interventi, possiede la competenza di controllo, di verifica e di supporto tecnico scientifico per la definizione delle soluzioni tecniche ed operative più idonee ed appropriate ai fini della conservazione di qualunque bene al quale sia stata riconosciuta la rilevanza culturale. Interpellato il sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, per stabilire se per questa garitta fosse stato avviato il procedimento di verifica dell’interesse, non è stato possibile appurare quale sia lo status di questo bene culturale poiché non è stata fornita alcuna risposta sull’argomento da parte del primo cittadino.  Il Comune, in questo modo, rinuncia alle tutele normative verso sé stesso e nei confronti della guardiola, e, inoltre, si priva dei benefici fiscali previsti in caso di notifica di interesse culturale relativa ad un bene del patrimonio pubblico che, nonostante il rilievo nazionale, rimane di proprietà della comunità locale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400