Doveva essere il Consiglio della chiarezza sulla tanto chiacchierata farmacia comunale ma alla fine non ha sortito il risultato sperato dalle forze di minoranza che lo avevano richiesto. I dubbi sull'operazione che i Comuni di Gaeta, Bracciano e Castelmadama, consorziatisi nel Coifal (Consorzio Intercomunale Farmacie Laziali) stanno portando avanti per dotare le tre località di altrettanti presidi farmaceutici pubblici continuano purtroppo ancora ad aleggiare. In aula c'erano il presidente del Coifal Mario Paone e l'ex assessore Cristian Leccese che, su delega del sindaco, aveva seguito tutti gli step che hanno portato alla costituzione dell'ente consortile, prima, ed all'individuazione del socio privato, poi.