L'Ismef di Minturno, l'istituto finito sotto accusa per opacità nei conti e la mancata attuazione del programma di recupero dell'ex fabbrica Sieci, adesso vende i suoi immobili su internet. Come è noto, il Comune di Minturno e il Ministero hanno chiesto la risoluzione della convenzione con Ismef. Nel mese di aprile scorso, il commissario prefettizio Bruno Strati aveva chiesto con una lettera la revoca delle convenzioni per ex Sieci e Castello. Nel documento era stato evidenziato come i 6,7 milioni di euro destinati alle attività di riqualificazione dell’area ex Sieci fossero cadute in perenzione amministrativa proprio perchè non utilizzate dall'Ismef.