Per il Gup del tribunale di Cassino Aneglo Valerio Lanna, il presidente del Gaeta calcio non fu un’estorsione quella che mi se in atto nei confronti di un ex giocatore, bensì si trattò di esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Ieri si concluso il primo grado del processo a carico di Mario Belalba e Francesco Morabito, il primo appunto presidente del Gaeta calcio e il secondo giocatore della stessa squadra. Il gup ha celebrato il processo in sede di giudizio abbreviato, così come richiesto da entrambi gli imputati, relativamente alla vicenda che ha visto coinvolto il presidente del Gaeta calcio. 

La pubblica
accusa aveva
invece chiesto
3 anni e mezzo.