Un giro di vite contro la pesca fuori legge. Così va letto l'intervento compiuto questa mattina dai Carabinieri della Motovedetta d’Altura CC n711, durante un servizio di polizia marittima. Gli agenti hanno rinvenuti nello specchio acqueo antistante l’isolotto di Gavi,  a circa 1,2 miglia dalla costa, una rete da pesca del tipo “palamito” della lunghezza di metri 50, parzialmente sommersa, non segnalata come previsto dalla normativa vigente. Nell’ambito del medesimo contesto operativo in località isola di Palmarola, a circa 2 miglia dalla costa, i militari dell’Arma rinvenivano un’altra rete da pesca abusiva del tipo “lampugara” della lunghezza di circa 100 metri anch’essa non segnalata come previsto dalla normativa in vigore.