Vigilia di campionato per il Latina che domani affronterà il Crotone, squadra che vorrà festeggiare davanti al pubblico amico dell'Ezio Scida la matematica promozione in A ottenuta sabato scorso a Modena. Il Latina ha vinto una sola volta in trasferta nel girone di ritorno, ottenendo un solo punto lontano da casa nell'era Gautieri. Sono tre, poi, le partite trascorse senza gol negli ultimi 270'. I numeri, insomma, sono scoraggianti e lascerebbero pensare ad un verdetto già scritto. Ma nel calcio si sa, quando tutto sembra scontato è il momento buono per cambiare faccia al destino. Lo sa Gauetieri, lo sa la società e, da due gare a questa parte, sembra averlo finalmente capito anche la squadra che in campo ha messo quel cuore e quell’orgoglio che sembravano ormai dimenticati. Si riparte così da quegli uomini che hanno dato nuove speranze e certezze al «Gaucho» che sceglierà Paponi in attacco. Sarà l’ex Bologna, per la seconda volta consecutiva, a caricarsi sulle spalle il peso del tridente. Lotta, corsa, senso della posizione e quel dinamismo sconosciuto sono state le carte che hanno convinto il tecnico nerazzurro a eleggerlo titolare al posto di Corvia e Boakye, che partiranno in panchina. La speranza è che oggi, oltre ai complimenti, Paponi porti anche i gol. Oltre all’ex Bologna l’altra novità arriverà in difesa, dove un Brosco rigenerato prenderà il posto al rientrante Esposito al centro della difesa insieme a Dellafiore. A centrocampo obbligate le scelte di Schiattarella, Mbaye e Bandinelli. 

La buona notizia è che la corte sportiva di appello ha accolto il reclamo della società scontando la squalifica di Gautieri da due a una sola giornata (con 5mila euro di ammenda) consentendo quindi al mister nerazzurro di essere regolarmente in panchina domani allo Scida. Ridotte a 4 le giornate per Mariga che, quindi, potrà essere in campo per un eventuale playout.