Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Daniele Corvia manca dal campo ormai da tre partite
0

Il tour de force comincia
con la rosa al completo

Latina Calcio

Rosa al gran completo prima del tour-de force. Non mancano le buone notizie, insomma, per Mark Iuliano subito dopo la doppietta di vittorie coronata con quella di domenica col Perugia che ha permesso ai nerazzurri di entrare in zona playoff. Sabato sarà il turno del Como fanalino di coda, poi l’impegno infrasettimanale, martedì, contro la Ternana in casa (ore 20.30). Due partite contro squadre di bassa classifica da cui il Latina può ambire a prendere bottino pieno ed eguagliare quel record di “brediana”memoria fatto di quattro vittorie consecutive tra i cadetti ormai tre stagioni fa.

Olivera entra in diffida
Lavoro a parte solo per Brosco e Mbaye.

Un traguardo a cui Iuliano può ambire, soprattutto alla luce delle buone notizie che, come detto, arrivano dal campo. Ieri, nel secondo giorno di allenamento in vista della trasferta lombarda, alla Fulgorcavi anche Corvia e Dumitru si sono finalmente uniti al gruppo di lavoro. La seduta, come sempre, è iniziata con una mezzora abbondante di ritardo servita al tecnico cosentino per “catechizzare” i suoi in aula video. I due attaccanti, fuori ormai dalla partita persa contro il Bari, hanno svolto regolarmente la fase di risveglio muscolare proseguendo il lavoro con una partitella a pressione a metà campo. Hanno invece lavorato a parte nel finale della seduta, mentre i compagni hanno proseguito nelle esercitazioni a tema per migliorare il possesso palla e il fraseggio. Hanno lavorato a parte soltanto Riccardo Brosco insieme a Mbaye. Per i due una corsetta blanda intorno al campo ma nessun allarme in vista della partita di sabato prossimo. 

Insomma, in vista dell’impegno di Como, Iuliano avrà due pedine in più su cui contare per l’attacco, e non è cosa da poco visto che proprio il reparto offensivo, al momento, sembra quello su cui dover lavorare di più. Se è vero, infatti, che il Latina ha segnato in ogni partita disputata finora, risultando l’unica squadra a riuscirci tra i cadetti, dall’altra parte è oggettivo che si fa difficoltà ad arrivare con costanza a mettere gli attaccanti nelle condizioni di graffiare. Emblematico l’ultimo match di Jefferson che, come Corvia prima di lui, non è stato praticamente mai innescato in area di rigore dove risulta anche spesso troppo isolato. Certo, sono soltanto inezie che i risultati positivi fanno passare in secondo piano. E, come affermato da Iuliano nel post-Perugia, questa squadra non è ancora perfetta com’è normale che sia in questa fase di campionato, anche se la strada sembra indubbiamente quella giusta. 

Notizie liete soprattutto alla vigilia di un fitto calendario di appuntamenti in cui i nerazzurri arriveranno con il rischio di giocare una gara senza Olivera, arrivato, a causa dell’ammonizione rimediata domenica, alla quarta sanzione e quindi in diffida. Diffida anche per Mark Iuliano, allontanato dalla panchina dal Pairetto di Nichelino nel finale di gara «per avere - si legge nel comunicato ufficiale - al 41’ del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale». Per i nerazzurri ancora tre giorni di allenamenti prima della partenza per Como di venerdì. Iuliano lavorerà oggi a porte aperte,sempre alla Fulgorcavi,a partire dalle 15.30, mentre da domani inizieranno le sedute a porte chiuse.

Porte chiuse e bocche cucite. Sì, perché nel momento dalla svolta in positivo dei risultati,la società sembra aver deciso di non concedere ai giornalisti la consueta conferenza stampa di metà settimana con un tesserato. Come successo nel post partita di domenica, quando (Iuliano a parte) ha parlato soltanto Olivera trasmettendo ai microfoni niente di più che un comunicato di solidarietà della squadra nei confronti di Maietta, l’intento del club sembra quello di voler ovattare il gruppo da ingerenze esterne dovute a quanto accaduto in città con l’inchiesta “Don’t Touch”, che ha portato gli inquirenti ad iscrivere nel registro degli indagati lo stesso presidente nerazzurro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400