Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Latina, tante frecce per colpire il Como  Ma Iuliano punterà  sulla continuità
0

Latina, tante frecce per colpire il Como
Ma Iuliano punterà
sulla continuità

Latina Calcio

Una vigilia all’insegna dell’abbondanza quella che accompagnerà il Latina verso la trasferta del “Sinigaglia”. Questa mattina Iuliano dirigerà la rifinitura a porte chiuse allo stadio “Francioni” prima della partenza per Como. Una partita contro il fanalino di coda della Serie B che è nettamente alla portata dei nerazzurri, alla ricerca invece del tris di vittorie che gli permetterebbe di corroborare la posizione attuale di classifica. Una classifica che sorride, e non poco, dopo due successi di fila che hanno permesso ai pontini di entrare in zona playoff. 

Dumitru e Corvia
potrebbero essere
risparmiati in vista
del turno di martedì.

E, come detto, il tecnico cosentino avrà l’imbarazzo della scelta grazie ad una rosa finalmente al completo. Moretti, Dumitru e Corvia si sono ristabiliti, anche se la sensazione è che il mister non voglia rischiarli scegliendo la strada della continuità, confermando così l’undici che ha vinto contro Modena e Perugia, domenica scorsa. Abbondanza, quindi, non dovrebbe corrispondere con la parola alternanza, almeno non nella gara di domani. Sì, perché visto il rendimento del Latina nelle ultime partite non ci sarebbe motivo di rischiare uomini non al top della condizione fin dal primo minuto.

Ecco perché, soprattutto Corvia, dovrebbe iniziare il match di domani in panchina ed entrare eventualmente soltanto in corso d’opera per sostituire Jefferson, il quale, per la terza volta di fila, parte favorito per una maglia da titolare. Molte più chance sembra averle Dumitru, fuori praticamente da quattro partite (non fa testo il quarto d’ora giocato contro il Bari) che si gioca un posto nell’undici con Scaglia, l’ex Brescia che è comunque favorito sul compagno. Non è da escludere quindi una staffetta per dare minutaggio all’italo-svedese. Proprio la panchina, come successo con il Perugia, potrà finalmente dare a Iuliano la possibilità di cambiare volto ai suoi in corso d’opera. Se ci sarà da gestire il vantaggio sono pronti Esposito e Mbaye, entrambi in campo contro Modena e Perugia ed entrambi fondamentali per creare una diga davanti a Di Gennaro. A centrocampo Moretti, Marchionni ma anche Minala, Regoli ed eventualmente lo stesso Scaglia potranno far dormire a Iuliano sonni tranquilli.


L’assetto scelto sarà il solito 4-3-3 con la linea davanti a Di Gennaro che vedrà confermatissimi Bruscagin, Brosco, Dellafiore e Calderoni, anche se Ivano Baldanzeddu, sempre più convincente negli allenamenti settimanali, scalpita per una maglia da titolare.

Una panchina lunga
che ora permetterà
al tecnico di cambiare
volto in corsa.

A centrocampo Olivera e Schiattarella sono gli intoccabili, mentre Ammari sarà ancora una volta la variabile impazzita dello schieramento del Latina. Una vera scoperta per mister Iuliano, perché l’algerino risulta essere uno dei pochi in squadra a poter fungere da raccordo tra centrocampo e attacco grazie ai suoi cambi di passo e alle sue accelerazioni, sempre a patto che il ragazzo si attenga agli ordini di scuderia del tecnico nerazzurro.

In avanti, come detto, i ballottaggi potrebbero essere due: Dumitru-Scaglia e Jefferson-Corvia, mentre non si tocca Boadu Maxwell Acosty, autore di due assist e un gol che sono valsi al Latina la bellezza di sei punti nelle ultime due partite. Insomma, Iuliano potrà permettersi anche il lusso di scegliere e centellinare le forze dei suoi in ottica del triplo impegno in sette giorni che attende le formazioni cadette, con i nerazzurri che martedì sera accoglieranno al “Francioni” la Ternana dell’ex Breda. Elementi che Iuliano vorrà sviscerare questa mattina nell’ultimo allenamento prima della partenza. Subito dopo la rifinitura, che si svolgerà a porte chiuse, il tecnico dei pontini si concederà ai microfoni dei giornalisti nella consueta conferenza stampa di presentazione.


I numeri del match
Sfida inedita tra i professionisti quella tra Como e Latina che non si sono mai incontrate prima. La partita potrebbe decidersi nella parte centrale del primo tempo. Interessante, infatti, il dato se si guarda i minuti di partita che vanno dal 16’ al 30’ di gioco: i pontini sono la formazione cadetta 2015/16 più prolifica in quel lasso con 4 gol segnati. Al contrario, i lariani risultano la squadra più distratta della cadetteria con 4 gol subiti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400