Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Un brutto Latina  lascia strada alla Ternana
0

Un brutto Latina
lascia strada alla Ternana

Latina Calcio

Brutta sconfitta del Latina che al Francioni, nella sfida infrasettimanale valida per la decima giornata di serie B, si arrende alla scatenata Ternana dell’ex Breda che torna a casa con tre punti importantissimi. I nerazzurri,apparsi lenti e macchinosi, perdono così l’occasione di fare un salto decisivo nelle zone nobili della classifica. 

Gli uomini di Iuliano
perdono così
l’occasione di fare
un salto decisivo
nelle zone nobili
della classifica.

La cronaca. Iuliano rimette esterno basso a destra Bruscagin e tiene in panchina Jefferson preferendo un tridente con Dumitru, Acosty e, a sorpresa, Minala (out a Como per infortunio, giocò dal primo minuto, ma solo la prima frazione, nella gara interna con la Pro Vercelli della terza giornata) al centro dell’attacco; dall’altra Breda dà spazio agli undici previsti alla vigilia fatta eccezione per il classe ‘96 Gondo che, nella zona nevralgica, è preferito a Valjent. Il primo acuto è proprio di Minala che, dopo un paio di minuti, prova subito i riflessi di Mazzoni con una conclusione dalla distanza che il portiere respinge.

Il Latina tiene alto il baricentro ma la Ternana, che copre bene gli spazi, è sempre pronta a colpire dirimessa. Come al 15’, quando Falletti brucia Bruscagin e ci vuole Calderoni per anticipare l’uruguagio, mentre a non far intervenire l’accorrente Furlan ci pensa Di Gennaro. Gli ospiti restano in zona offensiva e al 20’ è Palumbo, con una conclusione a giro di sinistro, a sfiorare il palo lontano e a mettere i brividi al pubblico del Francioni. I nerazzurri non ci stanno ma i loro tentativi d’attacco finiscono sempre contro il muro difensivo umbro, così al 27’ Acosty fa tutto da solo mandando di poco a lato un tiro dal limite dell’area. Un minuto dopo Breda perde per infortunio Zampa e manda in campo Valjent. 

E proprio Valjent, al 31’, ha un’occasione da rete sugli sviluppi di un angolo: prima colpisce di testa ma Schiattarella si oppone col petto, poi spara centrale a due passi dalla porta e Di Gennaro respinge coi piedi mettendo in mostra riflessi prodigiosi. I rossoverdi, però, non allentano la pressione e sei minuti dopo vanno di nuovo a un passo dal gol con Gondo che, servito dallo scatenato Furlan, si gira bene nell’area piccola mandando il pallone a stamparsi sulla traversa. La prima frazione si chiude dopo due minuti di recupero e con uno spunto di Schiattarella che dalla distanza costringe Mazzoni alla parata in due tempi. 

A nulla è servita
la rete di Minala del
momentaneo pareggio
I rossoverdi hanno  anche sciupato tanto.

Si torna sul terreno di gioco senza cambi da segnalare. Ma soprattutto si riprende con la Ternana che sblocca il risultato dopo appena due minuti e mezzo: la difesa di casa pasticcia in area, Brosco si perde Gondo che, appostato sulla linea di fondo, serve Furlan al quale non resta che insaccare di testa. Iuliano toglie Scaglia, inserisce Jefferson e arretra alle sue spalle Minala. Al 10’ nuova occasione per gli ospiti, con Avenatti che serve in verticale Falletti ben anticipato in uscita da Di Gennaro. Il pubblico rumoreggia ma il Latina, che prova a reagire, deve stare attento alle veloci ripartenze degli umbri. Iuliano getta nella mischia anche Ammari per Schiattarella sperando di avere più estro in mezzo al campo. E infatti, tempo due minuti, e Ammari ripaga l’allenatore servendo da destra un pallone delizioso per Minala che infila Mazzoni in diagonale.

Il pari fa esplodere i tifosi di casa che però, al 19’, sono costretti a veder capitolare ancora gli uomini di Iuliano: punizione al limite dell’area che Furlan, ancora lui, realizza in maniera impeccabile scavalcando la barriera e mandando la sfera sotto al sette alla destra di Di Gennaro. Al 22’ è Mazzoni a compiere un grande intervento su un destro ravvicinato di Acosty, servito in area da Minala. La Ternana si fa ancora pericolosa in contropiede intorno al 26’: Furlan serve Falletti, apertura sulla destra per Avenatti che controlla in area, prova il sinistro sul palo opposto e palla fuori di un soffio. Poi Illuzzi espelle per proteste Breda che riceve gli applausi del pubblico.

I minuti trascorrono ma il Latina non riesce a dare continuità ai propri attacchi perché gli ospiti serrano le fila in ogni zona del campo, così Iuliano prova per la prima volta anche la carta Bandinelli (fuori Minala) per avere più spinta sugli esterni. Ma è sempre la Ternana a far paura, come al 40’, quando Furlan spara da buona posizione e Brosco intercetta. La risposta dei nerazzurri arriva un minuto più tardi con Bandinelli che si vede deviare la conclusione da Mazzoni, bravo anche sul successivo tentativo di Dellafiore. Il Latina resta in dieci per l’espulsione di Calderoni e Avenatti, al 47’, colpisce a botta sicura ma tra le gambe di Di Gennaro. E’ di fatto l’ultimo sussulto della sfida che si chiude con i nerazzurri a testa bassa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400