Se mister Mario Somma si è detto soddisfatto per la prestazione dei suoi ragazzi ieri a Lanciano, non pare esserlo altrettanto la società nerazzurra che adesso vede da vicino il rischio di entrare nella zona rossa della classifica. Come primo provvedimento è stato annullato il giorno di riposo che di consueto veniva concesso ai giocatori dopo ogni partita. Oggi alle 9 squadra in campo alla Fulgorcavi. Dopo la riunione tecnica durata mezzora, la squadra è stata tenuta a colloquio da alcuni tifosi della Curva Nord che hanno chiesto maggiore concentrazione e meno distrazioni. In pratica sulla falsariga di quanto scritto dal presidente Maietta sul proprio profilo Facebook subito dopo la gara: "Ho rispetto per la delusione di voi tifosi e vi assicuro - ha scritto il presidente -  che io sono deluso almeno quanto voi. Da quando sono nel Latina calcio ho passato insieme a voi tanti momenti difficili come questo, anzi forse ne abbiamo passati di più difficili e per certi versi più drammatici, ma se oggi siamo qui e perché insieme non abbiamo mai mollato e insieme ne siamo usciti. Ecco io, la società tutta, ha una voglia matta di uscire da questo momento difficile e regalare a voi tifosi e alla città tutta ben altre soddisfazioni, ma per riuscirci, così come è avvenuto in passato abbiamo bisogno del vostro aiuto e del vostro sostegno e sono sicuro ne usciremo. Ora i giocatori che vestono la maglia del Latina vanno sostenuti, per cercare di spingerli a fare meglio, poi a gennaio tireremo le somme e se ci sarà qualcuno non degno per valori tecnici e soprattutto morali di vestire la nostra maglia lo spediremo a casa.La società è forte, puntuale negli adempimenti ed è organizzata forse come non mai in passato. Allora tutti insieme già da domenica uniti in un solo coro Forza Latina".