Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Il ritorno dei mecenati per rilanciare l'arte e la cultura
0

Il ritorno dei mecenati per rilanciare l'arte e la cultura

Forte e Pernarella (Pd) illustrano l'Art bonus

«Il cambio di passo di cui Latina ha bisogno vede nella cultura e nella creatività i suoi pilastri fondamentali. I dati parlano chiaro, e convincono sempre di più come nel campo dell’industria culturale e creativa, quella che comprende l’utilizzo del proprio patrimonio di Beni Culturali, si stia giocando una partita importante e i numeri - gli unici in crescita anche negli anni della crisi - confortano nelle scelte e negli investimenti. Latina deve essere al passo del Paese e per farlo ha bisogno di un progetto chiaro e partecipato, e  che permetta di recuperare in breve il tempo perso. Esiste una possibilità che la città non ha ancora colto, ma è incredibilmente semplice: si tratta dell’Art Bonus, uno strumento messo a disposizione dal Governo che permette l’attivazione di un circuito virtuoso tra pubblico e privato, dove il privato avrà la possibilità di defiscalizzare il 65% di una elargizione mirata al sostegno della cultura». Lo dichiarano in una nota il candidato sindaco Enrico Forte ed il responsabile cultura del Pd, Clemente Pernarella.

«In sostanza- spiegano Forte e Pernarella -  l’Art Bonus può trasformare ogni singolo cittadino in mecenate, favorendo donazioni per progetti chiari e cantierabili. Non meno importante la possibilità di usufruire di importanti sgravi fiscali sulla donazione effettuata.  Un percorso che comporta la necessità di  ripensare al  rapporto tra cultura e turismo, tra tutela e valorizzazione, e la collaborazione pubblico e privato. Le azioni che l’Art Bonus consente - sottolineano Forte e Pernarella - sono relative a manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; al sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (es. musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, delle fondazioni lirico-sinfoniche e dei teatri di tradizione; alla realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo». 

Spiega il candidato Enrico Forte: «Il  primo passo sarà l’adozione di una delibera comunale che indichi i beni e i luoghi che abbiamo previsto nel disegno elaborato e che intendiamo sostenere nonché le modalità operative necessarie per informare i cittadini di queste possibilità, successivamente con la comunicazione al Mibact e con la registrazione sul portale dell’Art Bonus permetteremo alla nostra città di beneficiare di uno strumento che sta registrando un riscontro considerevole in tutta Italia». Aggiunge ancora: «Il territorio della nostra provincia non ha sviluppato proprio uno dei settore che dovrebbe fare da traino alla crescita economica e sociale. Su questo siamo presenti da tempo anche con la Regione Lazio, il Fondo della creatività è infatti una operazione varata in questi giorni. La Regione ha stanziato 1,2milioni di euro per finanziare 40 progetti di start-up legate all’impresa culturale e creativa che abbiamo carattere di innovazione. L’idea è rilanciare il settore attraverso i giovani e le imprese nascenti. Il fondo - annuncia Forte - verrà presentato Lunedì 29 febbraio presso lo Spazio Attivo di via Carlo Alberto 22 a Latina con il consigliere regionale  Gian Paolo  Manzella. L’attenzione al tema della cultura e della creatività si regge sul pensiero che è possibile tradurre in azione concreta un progetto che Latina attende da troppo tempo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400