Tre uomini di Cisterna sono finiti in manetta a Roma. Pizzicati in flagranza di reato dai carabinieri di Roma, i tre, travestiti da tecnici della Telecom, stavano trafugando una grande quantità di rame da una cabina in via di Grotta Perfetta. Un bottino che sarebbe stato ingente: si parla di circa 100 chili di materiale che sarebbe poi stato rivenduto fruttando un discreto bottino. Arrestati un 48enne di velletri e due uomini di 63 anni uno nativo di Viterbo, l'altro di Napoli. Ma tutti e tre, come detto, sono domiciliati a Cisterna.