E’ stato condannato a un anno di reclusione rispetto a un anno e sei mesi di reclusione richiesti dal vice procuratore Elisabetta Forte. E’ questa la condanna emessa nei confronti di Domenico B., queste le sue iniziali, classe 1946, che nel settembre del 2010 era entrato all’interno di una profumeria dove lavorava l’ex moglie e aveva svuotato una tanica di benzina di cinque litri sul pavimento. La scena era avvenuta davanti a diversi clienti e anche alcuni dipendenti e immediatamente era scattato l’allarme.