Stanno presidiando piazza della libertà i braccianti indiani della comunità sikh pontina che chiedono a gran voce alle istituzioni segnali forti contro il caporalato e lo sfruttamento del lavoro. La manifestazione è stata organizzata dalla Flai-Cgil, che con la sua tenda rossa ha occupato il centro della piazza, in attesa di un incontro con il Prefetto Pierluigi Faloni. Si stima un totale di 1000 sikh partecipanti, tenendo conto anche di altri braccianti in arrivo dalle campagne della provincia. Ma per ora il drappello di braccianti indiani è di poche centinaia perché, a quanto pare, alcuni pullman in arrivo nel capoluogo sono rimasti bloccati.