Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Coletta apre a Confartigianato: scenari di convergenza

Damiano Coletta, candidato sindaco

0

Coletta apre a Confartigianato: scenari di convergenza

Latina

«Il documento sulle attività produttive elaborato da Confartigianato pone le basi per avviare un’ampia convergenza con l’associazione di categoria. Latina Bene Comune condivide le considerazioni e proposte avanzate, molte delle quali sono contemplate dal nostro programma». Così il candidato sindaco di Latina Bene Comune, Damiano Coletta, dopo la presentazione del documento “Per una rinnovata politica di sviluppo del territorio” prodotto da Confartigianato Imprese Latina e rivolto ai futuri sindaci e amministratori della città.

Coletta esprime apprezzamento per l’iniziativa della Confartigianato, presentata lo scorso 27 aprile, sottolineando che LBC condivide gran parte dei contenuti del documento. Tutte e tre le macroaree prese in esame – famiglia e servizi sociali, sostegno alle attività produttive, cultura e università - hanno punti di convergenza con i progetti di Latina Bene Comune, l’unico movimento ad aver presentato con largo anticipo un programma amministrativo da fare valutare ai cittadini.
«In particolare, per quanto riguarda la famiglia e i servizi sociali – afferma Coletta - c’è convergenza con i nostri progetti laddove indichiamo nel programma che vogliamo una città a misura di bambino, salubre, vivibile, con aree verdi messe in rete attraverso percorsi pedonali e una ciclabilità estesa. E ancora, dove parliamo di impegno per migliorare la qualità della vita, con un’attenzione particolare alle persone che soffrono disagi e agli anziani, assicurando il sostegno alle famiglie con problemi di povertà e disabilità anche attraverso la collaborazione con le associazioni di volontariato».
Un altro punto di vicinanza sta nella valorizzazione del contributo delle associazioni, da realizzare attraverso un protocollo di collaborazione tra Amministrazione e Terzo Settore: «Occorre realizzare un sistema informatico per le cooperative sociali, le associazioni di volontariato e di promozione sociale con gestione condivisa e consultabile dai cittadini. Si potranno così gestire gli Albi e i Registri relativi a tali soggetti» spiega Coletta.

Relativamente al sostegno alle attività produttive il programma di LBC è chiaro. Il ruolo del Comune deve essere di guida e motore dello sviluppo, creando strutture pubblico-privato, sul modello dei distretti industriali di successo in Italia, che supportino le imprese nella gestione dei servizi condivisi coinvolgendo gli Istituti d’Istruzione Superiore del territorio e le Facoltà Universitarie. «Al fine di migliorare i servizi resi al cittadino – aggiunge il candidato sindaco di LBC - vogliamo rendere funzionale lo Sportello Unico per le Imprese ed effettuare controlli sistematici sulle attività svolte, anche come strumento di anticorruzione. Per il sostegno alle piccole e medie imprese intendiamo poi costituire uno Sportello Europa che supporti la struttura amministrativa nell’accesso ai fondi e la loro gestione post-assegnazione, con una formazione continua delle risorse umane a disposizione dell’ente».
Per quanto riguarda la cultura e il sistema universitario: «La linea principale – sottolinea Eugenio Lendaro, candidato di Latina Rinasce - sarà quella di una programmazione periodica integrata delle attività con il coinvolgimento di tutte le realtà operanti sul territorio, incluse quelle istituzionali (scuole, università e conservatorio), utilizzando lo strumento dei bandi per sostenere le varie iniziative. Lo stesso criterio è applicabile per la necessaria ottimizzazione dell’uso di spazi e strutture di proprietà pubblica. In particolare, sarà necessaria un’organizzazione urbanistica in funzione culturale, con attività attrattive e ricreative periodiche o permanenti nel centro, nelle periferie e nei borghi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400