Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

.




Ubriaco alla guida: Perin denunciato  alla vigilia della gara con il Frosinone

Il portiere del Genoa Perin, originario di Latina

0

Perin shock contro un tifoso ciociaro
La vicenda approda subito in Senato

Latina

La senatrice Spilabotte chiede punizioni esemplari: "Offesa l'Italia". Ricordato il dramma delle Marocchinate

Le parole del pontino Mattia Perin nei confronti di un tifoso ciociaro sono diventate subito un caso. E le polemiche sono divampate a tal punto che la vicenda è approdata nel giro di poche ore anche in Parlamento. Il portiere del Genoa e secondo portiere della Nazionale, originario di Latina, ha scritto sul suo profilo Istagram: “A Vallecorsa cambiò la storia, tuo nonno parla arabo …. Il mio fondò Littoria”. A sollevare il problema in Senato è stata la senatrice Maria Spilabotte, del Pd, sostenendo che Perin ha infangato l’Italia e chiedendo per lui una punizione esemplare.

La parlamentare ha definito il messaggio del portiere come un messaggio shock, “che fa riferimento alle Marocchinate, ovvero agli stupri di massa subiti nel 1944 da donne e bambine in provincia di Frosinone da parte delle truppe marocchine inquadrate nel Corpo di spedizione francese in Italia”. E ancora: “Proprio il dramma delle donne di Vallecorsa fu magistralmente raccontato da Vittorio De Sica ne “La Ciociara”. Questa è la storia d'Italia che ieri un ragazzino viziato ha infangato, non sappiamo se in modo consapevole o per ignoranza. E' un fatto di gravità inaudita in entrambi i casi. Tra l'altro, quello che forse Perin non sa è che la ferita della Marocchinate si verificò anche in provincia di Latina, la sua città".

Per Spilabotte l’episodio “non può essere archiviato impunemente, perché riguarda un giocatore che indossa anche la maglia della Nazionale e per questo va sanzionato a livello disciplinare”. “Nei prossimi giorni – ha assicurato - presenterò una mozione per chiedere alla giustizia sportiva una punizione esemplare. Con le istituzioni locali agiremo per tutelare la memoria storica e il rispetto delle vittime degli stupri di guerra, ma anche per verificaresde ci sono i presupposti per perseguire il reato di apologia di fascismo. Suggerisco a Perin di chiedere pubblicamente scusa a tutte le donne vittime di stupro durante la guerra, e anche dopo. E di trovare il tempo per aprire un libro di tanto in tanto, perché dimostra di non conoscere la storia e la gravità di quello che è accaduto e che ancora oggi accade. Inoltre chiederò al Genoa di far indossare a Perin, nella prossima giornata di campionato, una maglietta con una scritta di scuse alla città di Vallecorsa e alle donne ciociare”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400