Sono stati rinviati a giudizio per associazione a delinquere e frode fiscale. Hanno realizzato in un cantiere navale di Borgo Sabotino delle imbarcazioni non a norma. E' quello che ha deciso oggi il gip del Tribunale di Latina nei confronti di sei persone che saranno processate il 17 gennaio dal Tribunale di Latina. L'inchiesta era stata condotta dal pm Cristina Pigozzo che aveva ipotizzato il vincolo associativo per gli indagati, tra cui l'ex direttore dell'ufficio tecnico di Ostia che aveva costituto una società finita nell'inchiesta. Moto d'acqua e altri natanti, in alcuni casi dovevano essere utilizzati come mezzi di salvataggio sul litorale romano tra Castel Porziano e Ostia, erano privi infatti delle relative certificazioni di sicurezza.