Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

.




Roma-Latina, appalto aggiudicato. Simeone (Fi): ora basta con le polemiche
0

Lavori sulla Pontina, Simeone critica gli interventi a scoppio ritardato

Latina

Caso Pontina, tra provvedimenti, smentite ed interventi di manutenzione che non arrivano mai. Le polemiche possono essere molte ma poi di fatto quegli interventi che dovrebbero rendere più sicura una delle strade più pericolose di Italia non arrivano nei tempi auspicati. Su questo interviene il consigliere regionale di Forza Italia Pino Simeone che se la prende con il presidente della Regione Nicola Zingaretti. 

"Quanto accaduto sulla Pontina -fa sapere Simeone -  tra ordinanze di riduzione dei limiti della velocità e agenzie stampa che smentivano loro stesse, ha del delirante per non dire che si è rasentato il ridicolo. Quanto accaduto dimostra che Zingaretti ed i suoi non sanno di cosa parlano. Agiscono senza pensare alle conseguenze ed è inaccettabile. E’ stato fatto, come ho sottolineato in aula durante il question time sull’interrogazione che ho presentato sulla riduzione dei limiti di velocità sulla Pontina, esattamente il contrario di quello che doveva essere fatto. E questi errori partono dal 30 dicembre 2015. Da quando il consiglio regionale, nonostante i nostri tentativi di correggere errori che già allora erano macroscopici, ha approvato la legge di stabilità e il bilancio 2016. Proprio nella legge di stabilità, all’articolo 7, comma 4, c’è scritto che la Regione a partire dal primo gennaio 2016 avoca a sé la competenza sulla manutenzione ordinaria e straordinaria della rete viaria regionale. In quell’occasione ho detto che tale scelta era facile da scrivere ma difficile da attuare. E in bilancio per la manutenzione delle strade sono stati postati solo 10 milioni di euro. Per far comprendere l’esiguità di tali risorse ho portato l’esempio, era l’unico dato di cui ero in possesso in quel momento, della Provincia di Latina che per manutenzione ordinaria delle strade investiva ogni anno 3 milioni di euro. Era evidente allora. Lo è oggi con più forza. 10 milioni di euro non erano, e non sono sufficienti per tutte le strade del Lazio". Un problema di investimenti e quindi anche di pianificazione ma le emergenze restano e di fatto per il consigliere regionale, i soldi non ci sono.  "Siamo all’11 maggio - conclude Simeone -  e ci sentiamo dire che i lavori inizieranno prima o poi, si spera entro luglio.  E fino a luglio che facciamo? Almeno i primi interventi straordinari, sulla Pontina e su tutte strade regionali, vanno eseguiti ora. La stagione estiva è iniziata. La Pontina, diventerà un inferno per chi si muove da e verso Roma. Non è possibile ignorare tutto questo. I cantieri devono essere aperti non a maggio, giugno o luglio. Vanno aperti oggi, per non dire ieri. Serve impegno immediato almeno per effettuare i lavori straordinari di messa in sicurezza delle nostre strade". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400