Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Lidi senza Bandiera Blu, ma con i costi da
0

Bandiera blu per il mare del capoluogo
Candidati a sindaco divisi sul vessillo

Latina

Candidati subito divisi anche sulla Bandiera Blu. La conferma dell’ambito vessillo per Latina ha suscitato reazioni di segno opposto da parte di Nicola Calandrini e Marilena Sovrani, entrambi in corsa per la poltrona di primo cittadino ed entrambi inseriti nel centrodestra

“La conferma arrivata dalla Fee – ha dichiarato Calandrini - rappresenta un’ulteriore opportunità di rilancio per il comparto turistico della città, bisognoso di una serie di interventi a lungo termine volti a rendere finalmente attrezzato e attraente il nostro litorale. La Bandiera Blu servirà da stimolo alla nuova amministrazione per mettere in campo idee ed iniziative da concordare in primis con gli operatori. Solo in questo modo potremo continuare a meritare tale ambito vessillo”. 

Di diverso avviso invece Marilena Sovrani: “Nove stabilimenti balneari sequestrati, accesso alla spiaggia reso difficile ai disabili, scempi edilizi ovunque, l’accollo prevedibile per il Comune del servizio di manutenzione dell’arenile, con tutto ciò che comporta: assistenza ai bagnanti, collocazione di bagni pubblici e pulizia. I compiti, insomma, che prima dei sequestri venivano delegati ai titolari degli stabilimenti passano all’amministrazione comunale che ha già disposto lavori di manutenzione peraltro non ancora iniziati. Quella che si annuncia è una stagione balneare “improvvisata” per i fruitori della Marina di Latina. Un lungomare che al momento non aderisce in modo congruo ai criteri imposti dalla procedura operativa Fee per l’assegnazione della bandiera blu. Tuttavia sembra che nelle scorse settimane il Comune di Latina si sia affrettato a suturare le ferite del Lido di Latina, garantendo l’installazione di bagni chimici, di torrette per il personale di salvataggio, che sarà potenziato con nuove “assunzioni”. Sono iniziati anche i rilievi per la manutenzione delle passerelle attualmente inagibili”. Per la candidata “il “titolo” viene riconfermato per il terzo anno consecutivo, c’è da brindare, ma anche da ammettere che quest’anno la bandiera ce la siamo conquistati “sulla fiducia”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400