Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Ospedali pontini al collasso, scontrotra i vertici della Regione e Simeone

L'ospedale "Goretti" di Latina

0

Ospedali pontini al collasso, scontro
tra i vertici della Regione e Simeone

Latina

Battaglia a colpi di comunicati stampa tra il vertice della Regione Lazio e il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone. Un braccio di ferro iniziato con un’interrogazione presentata da quest’ultimo al presidente Nicola Zingaretti, in cui il politico pontino ha denunciato la grave situazione in cui versano gli ospedali della provincia di Latina, a partire dalla forte carenza di personale.

“Le notizie diffuse dal consigliere Simeone – hanno replicato dalla Cabina di regia della sanità della Regione Lazio - sono totalmente prive di fondamento. Le assunzioni autorizzate per la Asl di Latina sono infatti previste in due decreti, il 76 dell’11 marzo e il 138 del 28 aprile, che solo nel 2016 hanno aumentato di 70 unità l’organico dell’Azienda. Altre 21 assunzioni in deroga sono state autorizzate nel 2014 e nel 2015, e altre 7 nel 2013.  Siamo a circa 100 assunzioni a tempo indeterminato da quando è in carica questa Amministrazione. Si inverte una tendenza che durava da 9 anni. E’ un fatto storico, un fatto concreto che impatta sulla vita delle persone. Sarà compito della Asl di Latina procedere velocemente nel rispetto rigoroso delle norme previste dalla legge e con la massima trasparenza, per dare concreta applicazione alle ultime assunzioni autorizzate”.

Spiegazioni che continuano a non convincere Simeone, che ha ribattuto: “Mi spiace constatare che ogni qualvolta sollevo delle eccezioni in merito alla sanità la Regione Lazio, e chi per lei, anziché rispondere nel merito preferisca il gioco delle tre scimmiette. Il problema non è il numero delle autorizzazioni contenute nei decreti che, tra l’altro, nessuno ha mai messo in dubbio tanto che sono esplicitamente richiamate nel mio intervento. Il problema sta nel fatto che, dal 2013 ad oggi, delle 100 assunzioni autorizzate in deroga al blocco del turn over, tra medici ed infermieri, nei nostri ospedali non ha messo piede neanche una sola unità. Questa è l’incapacità che contestiamo a Zingaretti e alla Regione Lazio che non hanno saputo mettere in pratica quanto stabilito, che continuano a rimandare al mese del poi e all’anno del mai interventi che servono non oggi ma da ieri”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400