Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Polizia

Polizia di Stato all'opera

0

Rapina e sequestro a villa Rosato
Arriva un nuovo rinvio a giudizio

Latina

Nuovo processo per la rapina in villa ai danni dell’imprenditore Claudio Rosato. Il giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Cario ha rinviato a giudizio un 28enne romeno, ritenuto il quarto componente della banda che, il 16 settembre 2012, al loro rientro a casa, immobilizzò e picchiò l’imprenditore e la moglie, dandosi poi alla fuga con l’auto della vittima e un bottino di 30mila euro. Il prossimo 23 novembre dovrà comparire, davanti al Tribunale di Latina, Matei Catalin Grecu.

Rosato e la moglie vennero sequestrati all’interno della loro villa di Borgo Bainsizza e ben presto i malviventi, utilizzando un coltello, iniziarono a infierire sulla donna per costringere il marito e rivelare loro dove nascondeva il denaro, per poi darsi alla fuga. La squadra mobile di Latina individuò come mandante del colpo l’imprenditore Bernardino Franzese, campano trapiantato a Latina, e come autori quattro romeni che in quel periodo erano domiciliari a Frosinone: Constantin Danila, Marius Vasile Porcariu e Bogdan Iolian Nerica.

Nel febbraio 2014 Nerica, che aveva scelto di farsi giudicare con rito abbreviato, venne condannato dal giudice per l’udienza preliminare Guido Marcelli a 4 anni e 8 mesi di reclusione. Nel luglio successivo il Tribunale di Latina condannò poi Porcariu a 10 anni e Franzese a Danila a 7 anni. Due anni fa, a Francoforte, venne anche rintracciato e arrestato Grecu, che si era reso latitante, e per lui è ora arrivato il rinvio a giudizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400