Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Forte (Pd): una cabina di regia per l'economia del mare con gli operatori
0

Forte (Pd): una cabina di regia per l'economia del mare con gli operatori

Elezioni, la proposta

«Una cabina di regia sull’Economia del Mare, quale tavolo di confronto e coordinamento partecipato tra pubblico e privato per la definizione congiunta delle politiche di sviluppo economico, riqualificazione e promozione del litorale, di tutela della costa e di semplificazione dell’attività amministrativa». La proposta del candidato sindaco Enrico Forte viaggia nella direzione della certezza delle regole e della legalità. Per l'aspirante sindaco del Pd è questa una delle soluzioni per garantire lo sviluppo del litorale del capoluogo.

«Per lo sviluppo della marina -sostiene Enrico Forte - coinvolgeremo attivamente operatori ed imprenditori nelle attività di programmazione del tavolo di lavoro, che intendo costituire in via permanente facilitando e sostenendo investimenti strutturali, di tipo duraturo e coerenti con la normativa, sia regionale che comunitaria. Il Pua sarà pre-condizione allo sviluppo dell’economia del mare; definiremo un nuovo Piano della Costa, prevedendo un restyling delle strutture ricettive e dotando il litorale di una rinnovata identità ed uniformità, compatibili con l’ambiente e che tengano conto della degradabilità nel tempo, dell’aspetto formale e cromatico, dell'inquinamento luminoso e dell’efficientamento energetico, con formule di incentivazione fiscale e tributaria in cambio di manutenzione e cura dell’arenile. Regolamenteremo la destagionalizzazione delle attività turistiche e ricreative, assicurando, però, la piena fruizione della costa su base annuale, secondo regole certe al fine di consentire un uso pubblico del mare ed una piena valorizzazione economica nella stagione invernale. Incoraggeremo, con conferenze di servizi, nuove politiche di sviluppo del litorale, ottimizzando le risorse comunitarie ed in sinergia con le politiche di sviluppo turistico e culturale già proposte sui territori costieri dalla Regione Lazio, anche attraverso il recupero urbanistico delle aree che si sviluppano nella parte retrostante il lungomare, ridisegnando il sistema viario e di accesso al lungomare, del trasporto pubblico e di parcheggio. Infine, percorreremo direttrici di sviluppo per un turismo ecologico, con iniziative di educazione ambientale e sull’ambiente marino, avvicinando il sistema scolastico allo studio della natura».

Il candidato in consiglio comunale della lista Enrico Forte sindaco, Fabio Ulgiati, che intende supportare ed accompagnare Forte in questa sfida, ricorda come «in provincia di Latina operino più di 3 mila 500 imprese, l’11,2% del totale regionale, con 480 milioni di euro di valore aggiunto prodotti nel 2014 e quasi 90 mila occupati diretti. In termini turistici, poi, vale la pena ricordare come il solo segmento marino svolga un ruolo di assoluto rilievo non solo nell’ambito della blue economy ma anche all’interno del vasto mondo del turismo complessivamente considerato. Il prodotto balneare è il primo prodotto turistico italiano in termini di numerosità delle strutture ricettive e nelle relative presenze, superiore, quindi, ai segmenti di punta dell’offerta turistica legata all’arte ed alla montagna. Occorre ripensare il ruolo del mare nelle traiettorie di crescita dell’economia locale, obiettivo, questo, ribadito anche dalla stessa Commissione Europea, che per la “Blue Economy” ha promosso una vera e propria Politica marittima integrata, finalizzata al conseguimento degli obiettivi della Strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.Con la Cabina di Regia sull’economia del mare di Latina ci sono tutte le premesse per trasformare progetti e programmi concreti in documenti di lavoro, individuando, in  sinergia e condivisione di intenti, priorità e traguardi, in un quadro generale di rifiuto delle istanze e degli interessi parcellizzati ed in nome di una visione strategica complessiva che non perda mai di vista il perseguimento del benessere della collettività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400