Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

.




Gli avvocati tuonano: "Serve un'ispezione ministeriale al Tribunale di Latina"

Gianni Lauretti, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Latina

0

Reclamo respinto, Cnf conferma il Consiglio dell'Ordine degli avvocati in carica

Latina

Con la sentenza n. 47/2015, depositata i 25 giugno scorso, il Consiglio Nazionale Forense ha respinto il ricorso proposto dall'avvocato Dino Lucchetti e altri dieci avverso le operazioni elettorali per il rinnovo del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Latina per il quadriennio 2015-2018. "La sentenza - fanno sapere dall'Ordine, presieduto dall'avvocto Gianni Lauretti - ha ritenuto correttamente applicabile, per il principio del tempus regit actum, il regolamento elettorale di cui al decreto ministeriale 10/11/2014 n. 70, in vigore al momento della indizione e dello svolgimento delle elezioni, anche se successivamente oggetto di parziale annullamento da parte della giustizia amministrativa. Sulla specifica censura relativa al voto di lista il CNF ha ritenuto il reclamo inammissibile "atteso che gli stessi reclamanti hanno partecipato alla competizione elettorale con una lista, contenente un numero di candidati pari al numero dei posti da ricoprire, così manifestando piena acquiescenza al regolamento elettorale (cfr TAR Lazio, 13.06.2015 n.8335)". Inoltre, quanto alla contestazione della dedotta ineleggibilità originaria di alcuni consiglieri che
avevano già espletato due mandati consecutivi, il C.N.F. ha ritenuto che il limite contenuto nella nuova legge professionale, che comprime il diritto all'elettorato passivo, non opera retroattivamente, stante la mancanza di alcuna clausola che disponga diversamente, e può essere fatto valere soltanto rispetto ai mandati assunti successivamente all'entrata in vigore della norma che lo introduce".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400