Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Polizia

Polizia di Stato all'opera

0

Misure alternative al carcere inutili, arrestate ladre seriali

Latina

Furti in serie ed in più Comune della provincia. Per questo motivo, la Polizia di Stato – Questura di Latina, nel pomeriggio di ieri 16 Luglio, ha eseguito 2 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal Gip del Tribunale di Latina Giuseppe Cario su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica Gregorio Capasso, a carico di due cittadine romene già resesi responsabili lo scorso 7 Luglio di furto aggravato in concorso commesso all’interno di tre esercizi commerciale di Terracina; reati per i quali furono arrestate in flagranza di reato dagli Agenti del Commissariato di Terracina.

I successivi accertamenti di Polizia giudiziaria svolti dagli investigatori del Commissariato di Terracina nei confronti di Violeta Alina Margel di anni 22 e Contrata Radu di anni 24, entrambe domiciliate presso il campo nomadi di Latina Al Karama, hanno permesso di appurare che a loro carico pendevano numerosi precedenti per analoghi reati commessi ai danni di esercizi commerciali e private abitazioni nonché, da eseguire nei loro confronti, la misura cautelare degli arresti domiciliari.

L’Autorità Giudiziaria ha accolto le ipotesi formulate dall’Ufficio di Ps, che ha messo in evidenza la pericolosità sociale delle donne, emettendo ordinanza di custodia cautelare in carcere.

La ricostruzione delle condotte antigiuridiche delle stesse ha infatti ampiamente dimostrato l’inadeguatezza di ogni altra misura alternativa alla detenzione fondando il sospetto che le due arrestate si potessero rendere responsabili di ulteriori gravi delitti qualora non adeguatamente contenute. Entrambe le destinatarie, ad esito delle formalità di rito, sono state associate presso la casa circondariale di “Rebibbia” in Roma.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400