Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




I soldi per il verde che non bastano mai
0

Indagine sul verde, ecco i motivi per cui in 5 non vanno a processo

Latina

La richiesta di archiviazione presentata dai due pubblici ministeri Luigia Spinelli e Cristina Pigozzo, adesso sarà esaminata anche dal giudice del Tribunale di Latina che dovrà decidere anche se la strada tracciata in via Ezio sembra essere proprio questa e sorprese all’orizzonte non ci sono. C’è da sottolineare che hanno avuto un certo effetto e un peso specifico alla fine le memorie presentate e gli interrogatori con cui gli indagati dell’inchiesta sugli spacchettamenti del verde che in un primo momento aveva portato all’iscrizione sul registro degli indagati di 16 persone, hanno sradicato le accuse formulate dai magistrati inquirenti. Non c’è soltanto l’abuso d’ufficio, nell’informativa finale inviata dalla Squadra Mobile in Procura il reato contestato era anche quello di turbativa d’asta per i benefici che hanno ricevuto alcune coop del capoluogo con l’affidamento diretto e con il conseguente aumento del costo del servizio cresciuto da alcune centinaia di migliaia di euro fino ad alcuni milioni di euro.
In cinque, secondo il ragionamento dei pubblici ministeri, devono uscire di scena perché non si sono i margini per una incriminazione.

(Articolo completo su Latina Oggi del 10 agosto 2016)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400