A Natale e Ferragosto hanno ricevuto 200 euro. Chiudevano un occhio in cambio di una mazzetta di denaro i due finanzieri che sono finiti agli arresti domiciliari nell’inchiesta condotta dai loro stessi colleghi, iniziata dopo i primi sospetti e la denuncia di un imprenditore di Cisterna che insieme alla moglie hanno messo nero su bianco. Il giro economico complessivo degli episodi contestati ammonta a 1600 euro e sono stati proprio i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza,diretti dal tenente colonnello Simoncini, ad indagare sui due colleghi infedeli che sono stati intercettati. 

La misura cautelare
è stata emessa dal gip
del Tribunale di Latina
Laura Matilde Campoli
su richiesta dei pm.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ti potrebbe interessare