Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

.




Stadio, le garanzie  non bastano
0

Stadio, le garanzie
non bastano

Latina

Le garanzie del Latina Calcio, confermate dalla Lega Serie B in una lettera ufficiale arrivata mercoledì in Comune, potrebbero non essere sufficienti a convincere il commissario prefettizio Giacomo Barbato ad accogliere le proposte per il pagamento delle spettanze pregresse della società calcistica. Se così sarà, lo sfratto dal Francioni potrebbe essere dietro l’angolo. Insomma si complica di nuovo tutto nella vicenda stadio.

La possibilità alternativa
è quella di affidarsi
ad una rateizzazione
dell’importo totale
Gli avvocati del Latina Calcio ne hanno già pronta una.

I 310 mila euro che la società deve corrispondere al Comune di Latina non sono arrivati nemmeno in parte. Il Latina Calcio del presidente Pasquale Maietta aveva detto all’amministrazione che avrebbe avanzato una proposta con ampie garanzie per saldare il pregresso. Oppure di essere disposta a un pagamento rateale. La prima modalità, appunto, era quella di una cessione del credito vantata con la Lega Serie B. Nei giorni scorsi il presidente della Lega Andrea Abodi è andato dal commissario Giacomo Barbato per affrontare il problema faccia a faccia.

L’esito è una lettera, inviata mercoledì al Comune capoluogo, nella quale si legge: «il saldo attivo della campagna trasferimenti costituisce un credito rispetto al quale sono previsti dalle disposizioni economico-finanziarie per le società professionistiche controlli e garanzie, essendo sancito il deposito di fideiussioni dirette a garantire la rateizzazione dei pagamenti fissati per operazioni di campagna trasferimenti». Il primo saldo attivo, però, è riferibile alla stagione 2017/2018. Complessivamente ammonta a 366mila euro la cui prima tranche sarà corrisposta il 30 settembre 2017. Cioè tra due anni. L’intero importo sarà completo per maggio 2018. In pratica, solo in quella data, il Comune avrebbe in cassa i 310 mila euro arretrati che il Latina Calcio deve all’ente. Difficile immaginare che Barbato accetti questa proposta.

Nei prossimi giorni, quindi, sarà inevitabile un altro incontro tra l’amministrazione comunale e la dirigenza della società calcistica. Se il Comune non dovesse accettare la proposta della società, è praticamente scontato che si passi alla rateizzazione dell’importo. Una tranche subito e il resto a scadenze precise. Ma è chiaro che tutto va ratificato, anche in presenza di un notaio. Se ciò non accadesse, da piazza del Popolo sono intenzionati a far partire la procedure di recupero coatto della somma e a non concedere più l’uso dello stadio Francioni e dell’impianto ex Fulgorcavi alla società sportiva. Sarebbe una tegola pesantissima. E il precedente di quanto sta accadendo a Modena tra Carpi, Modena calcio e Comune, col Carpi sfrattato per non aver versato 72 mila euro, non fa certo ben sperare il Latina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400