Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Un flusso di denaro  dalle cambiali
0

Un flusso di denaro
dalle cambiali

Latina

L’operazione Don’t touch non è capitolo chiuso, anzi le indagini della Squadra Mobile proseguono, soprattutto per approfondire gli interessi che ruotavano attorno alla figura di Gianluca Tuma. Molto è stato fatto durante il primo anno di intercettazioni visto che gli uomini del vice questore aggiunto Tommaso Niglio sono riusciti a individuare un vero e proprio sistema di società intestate a prestanome. Ma l’attività degli investigatori della Quarta sezione coordinati dal sostituto commissario Elio Beneduce sta entrando nel vivo ora che sono stati sequestrati i documenti contabili.

Faldoni e transazioni bancarie che la Procura affiderà a un perito incaricato di leggere tra le righe e interpretare le strategie di Tuma, oltre a risalire il flusso di denaro nel tentativo di rintracciarne la fonte. Le sorprese maggiori finora le hanno riservate le cambiali che i detective hanno trovato nella cassaforte del 45enne il giorno del suo arresto. In casa dell’imprenditore, oltre a una somma vicina ai 35mila euro in contanti, dei quali quasi diecimila in banconote da cinquecento euro, la polizia ha trovato e sequestrato proprio una serie di effetti. Una prima analisi di questi documenti ha permesso di scoprire che buona parte delle cambiali erano emesse dalle stesse società controllate da Tuma in favore di altre della stessa galassia.

Un vero e proprio “carosello” creato, secondo gli investigatori, con l’obiettivo di creare liquidità da zero. In pratica senza investimenti da parte degli amministratori, tanto meno dell’imprenditore occulto. Succedeva quindi che la società beneficiaria dell’effetto procedesse all’incasso (lasciando alla banca il venti percento di commissioni). Quindi prima che la cambiale arrivasse alla scadenza, un’altra società emetteva un altro effetto in favore della prima per coprire il debito iniziale. E così via, era stato creato un sistema, che non ha inventato certamente Tuma, utile proprio a creare una liquidità attraverso un giro vizioso che, ovviamente, non doveva mai fermarsi per non crollare su se stesso. Altre cambiali risultano emesse da persone fisiche, ma su questo fronte sono ancora in corso gli accertamenti del caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400