Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

.




Scuole,  obiettivo sicurezza
0

Scuole,
obiettivo sicurezza

Latina

Pensare di risolvere i problemi strutturali delle scuole di Latina dall’oggi al domani, dagli asili agli istituti superiori, è sicuramente un’utopia. Ma il Comune capoluogo, dal giorno del suo commissariamento fino ad oggi, ha fatto enormi passi avanti in materia di manutenzione scolastica, puntando e raggiungendo lo standard richiesto per le norme di sicurezza e di agibilità. Non si tratta di semplice retorica o di promesse, ma di impegni di spesa, di aggiudicazione di bandi e di lavori attualmente in corso. 

A raccontare degli obiettivi raggiunti dal Comune è il sub Commissario prefettizio, Paolo Canaparo, che ha voluto sottolineare come la scuola sia sempre stata una priorità per la squadra del Commissario Barbato. Nonostante le risorse esigue nelle casse del Comune, Commissario, Sub Commissario e dirigenti si sono mossi per cancellare ogni forma di precarietà strutturale dai plessi a rischio attraverso criteri di programmazione e trasparenza. «Con poche risorse abbiamo puntato a raggiungere il massimo risultato - spiega Canaparo - Il lavoro degli Uffici comunali ha permesso di reperire 1 milione di euro da destinare proprio alle scuole. Allo stesso tempo abbiamo avviato una serie di incontri con i dirigenti, che a loro volta poi andranno a relazionarsi con i genitori».

Manutenzione
strutturale,
controllo degli
impianti e delle uscite.

 

Una volta individuate le emergenze l’ente ha avviato i lavori in base a un criterio programmatico, agendo prima nelle scuole che necessitavano di interventi più urgenti per poi passare alle successive, coprendo i bisogni di ogni istituto. Alla Don Milani e in via Quarto i lavori inizieranno la prossima settimana e come promesso ai genitori e alla dirigenza, tutto si concluderà prima di Natale  (a fine novembre probabilmente), anche se il tempo dei lavori dipenderà dal fattore meteorologico, visto che l’impermeabilizzazione del tetto non può essere attuata con la pioggia.

A Borgo Isonzo, invece, è stata appena aggiudicata la gara. Giusto il tempo per le ultime verifiche di routine sul bando e si paritrà con i lavori per rimettere in sesto il sistema elettrico della Manzoni. «Un intervento necessario - ha proseguito Canaparo - perché ci rendiamo conto come nei borghi le scuole siano i centri di aggregazione più importante per i giovani». E anche qui la fine dei lavori è prevista entro fine novembre. Poi c’è il caso di Piazza Moro, dove la fine dei lavori è prevista addirittura per la prossima settimana. Lavori che, fino ad oggi, non hanno minimamente disturbato l’attività didattica. 

Durante il corso dell’assegnazione e dell’avvio dei lavori in Comune sono sopraggiunte tre emergenze: la scuola della Chiesuola, quella di Borgo Piave e la Giuseppe Giuliano. Per la prima i lavori saranno completati entro la settimana prossima, e poi toccherà alle altre. Ma il lavoro del Comune non si ferma qui, spiega il sub Commissario Canaparo, visto che è stata avviata una gara di 400.000 euro per la manutenzione straordinaria e chiesto un mutuo di ulteriori 400.000 euro con la Cassa Depositi e Prestiti per cui è in corso di elaborazione un progetto, senza il quale non si può ricevere il finanziamento. 

Un’attenzione particolare poi agli impianti termici, per i quali la settimana prossima verrà effettuata una prova in tutti gli edifici. I lavori sono ancora da assegnare, ma entro il 15 novembre sarà tutto risolto. In conclusione del report del sub Commissario sottolinea anche le condizioni dei settori Antincendio e Sicurezza delle uscite scolastiche. Per il primo, constatando che il riadattamento di tutte le scuole costerebbe milioni di euro, il Comune già da tempo si è attivato per garantire le condizioni di sicurezze minime, come già si è visto dal report dei controlli eseguito dall’ente. Per la seconda voce, invece, all’Istituto Agrario la situazione dovrebbe essersi risolta.

Il servizio di carico e scarico ragazzi tramite navetta ora sarà svolto nel parcheggio della scuola, ed è stata disposta una ricognizione straordinaria di tutti gli edifici nel territorio comunale riguardo la sicurezza all’uscita di scuola. «Abbiamo circa 60.000 euro di budget per l’adattamento delle uscite di scuola per opere come segnaletica - ha concluso Canaparo - E abbiamo fatto disporre una verifica straordinaria delle zone gioco di asili nido e scuole materne, oltre che una prima pulitura e taglio dell'erba in tutti gli istituti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400