Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

.




Anziana trascinata a terra.  Ricovero dopo lo scippo
0

Anziana trascinata a terra.
Ricovero dopo lo scippo

Latina

Trascinata dallo scippatore che le ha sfilato la borsa dal braccio, è finita a terra battendo con violenza il volto sul marciapiede di via Emanuele Filiberto. Pomeriggio da incubo ieri per un’anziana del capoluogo finita al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti con un trauma facciale e un dente rotto. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile da ieri danno la caccia allo scippatore che, pur di portare a compimento la sua azione criminale, poco dopo le sedici ha provocato la rovinosa caduta della sua vittima, una pensionata di 77 anni.

Stando a una prima ricostruzione dei fatti la poveretta camminava nei pressi degli scalini che dal marciapiede portano al cortile interno delle case popolari. Proprio in quel momento le è piombato addosso lo sconosciuto che ha afferrato con forza la borsa e ha sceso le scale correndo a più non posso: un gesto irruento che ha fatto sbilanciare la donna tanto da farla cadere. Al tempo stesso la corsa trasversale del bandito, rispetto al percorso dell’anziana, ha fatto ruotare la donna tanto da farla cadere nel cortile, mezzo metro più in basso del marciapiede sul quale stava camminando. 

La vittima trasportata
al pronto soccorso
del Goretti con un
trauma facciale
e un dente rotto.

La malcapitata non ricordava assolutamente nulla dell’accaduto, ma i militari del capitano Marco D’Angelo sono riusciti a raccogliere una descrizione dettagliata del fuggitivo incrociando una serie di testimonianze. Particolarmente rilevanti quelle di alcuni inquilini di una palazzina popolare che affaccia proprio sul cortile e che, durante lo scippo, erano in balcone. Ai carabinieri hanno raccontato di avere visto lo sconosciuto attraversare il giardino correndo fino a via Curtatone, la parallela di via Emanuele Filiberto, dove poi è sparito in un baleno. 

Lo ricordano piuttosto alto e magro, con un giubbino nero indosso. Gli investigatori dell’Arma non escludono che ad entrare in azione sia stato qualcuno che conosce bene il quartiere e stanno cercando di capire se si tratti della stessa persona che giovedì pomeriggio ha commesso, poco lontano, un furto con destrezza a bordo del furgone di un corriere espresso parcheggiato durante una consegna: alcuni passanti avevano provato a inseguirlo, ma il bandito anche in quel caso era stato velocissimo a sparire dalla scena. 

Meno violento, ma ugualmente traumatico, il furto in abitazione subito ieri da un’altra anziana del capoluogo in zona Gionchetto: i soliti ignoti sono riusciti a introdursi nella casa durante la sua assenza e sono riusciti a trafugare trecento euro di soldi contanti, ma anche diversi gioielli conservati dalla poveretta, che abita da sola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400