Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

.




Il nuovo patto  delle Asl
0

Il nuovo patto
delle Asl

Latina

La costituzione in via sperimentale del dipartimento interaziendale delle attività tecniche e patrimoniali tra le Asl di Frosinone e di Latina è ormai una realtà. Lo comunicano le due Aziende Sanitarie Locali attraverso le delibere pubblicate rispettivamente il 28 ottobre a Frosinone e il 30 ottobre a Latina, sancendo così la volontà di proseguire in direzione dell’accorpamento operativo tanto desiderato e considerato come una risorsa a cui non si può rinunciare. Tale accorpamento, come spiegano le stesse Asl, si muove verso «finalità ed obiettivi comuni di gestione integrata di attività, anche al fine di poter ottenere il contenimento dei costi e comunque di ottimizzazione nell’utilizzo delle risorse a disposizione». 

Il progetto in via sperimentale
si occuperà
del patrimonio
immobiliare,
della gestione
e della manutenzione.

Un accorpamento che, però, non sembra essere un obiettivo perseguito dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti, il quale ha smentito tutte le “voci” in questione nel recente passato. Ma le Asl mettono tutto nero su bianco, pubblicando nel dettaglio il provvedimento amministrativo. Testuale: «Per migliorare la qualità dell’offerta e dell’efficienza nella produzione di servizi è necessario avviare un processo di integrazione di attività e funzioni tra Aziende per condividere le migliori professionalità presenti, razionalizzare risorse tecnologiche, materiali, umane, concentrando strutturalmente la gestione delle attività tecniche e patrimoniali». 

La delibera, inoltre, sottolinea come «le funzioni tecnico-patrimoniali non influenzano l’esercizio dell’autonomia e della responsabilità gestionale in capo alle direzioni aziendali, ma possono determinare economie di scala ed economie di processo». Già nominato il direttore del dipartimento per i prossimi due anni a partire da ieri. Si tratta dell’ingegner Mauro Palmieri, dirigente di ruolo della Asl di Frosinone. La convenzione è firmata dai direttori generali e amministrativi delle Asl di Frosinone e Latina, rispettivamente: Isabella Mastrobuono, Michele Caporossi, Mario Piccoli Mazzini e Vania Rado. 

Il tutto si svolgerà
attraverso i criteri di uniformità, competenzeflessibilità e definizione
di standard e di obiettivi.

Tale Dipartimento Tecnico Sperimentale si occuperà principalmente della gestione del patrimonio immobiliare (attività connesse all’utilizzo degli immobili in uso), della gestione dell’attività di manutenzione delle strutture, della gestione dell’attività di programmazione, della progettazione e della realizzazione di nuove strutture e interventi edili-impiantistici, della gestione degli impianti e delle relative utenze e, in conclusione, della gestione delle tecnologie sanitarie e di quella amministrativa. 

Il tutto si svolgerà attraverso criteri di uniformità delle competenze proprie del dipartimento attraverso l’omogeneizzazione delle diverse attribuzioni tecnico funzionali; di regolamentazione comune nelle materie di competenza per fornire gli stessi strumenti operativi sotto il profilo tecnico e amministrativo adeguati a una gestione unitaria; di flessibilità organizzativa e mansionale all’interno delle Unità Operative del dipartimento; di definizione di standard progettuali e manutentivi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400