Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

.




Latina, Stadio Domenico Francioni
0

Passa la linea morbida
sui debiti del calcio

Latina

Nuova apertura del Comune verso la US Latina Calcio sulla questione dei crediti vantati dall’amministrazione per l’uso degli impianti sportivi del Francioni e della ex Fulgorcavi. All’esito di una riunione tenuta mercoledì di dirigenti Di Leginio e Della Penna con il subcommissario Albertini, è stata redatta una nota con la quale si prende per buona l’offerta di cessione del credito vantato dalla società nerazzurra verso la Lega di serie B, a condizione che sia la Lega Calcio a fare da garante per l’operazione, e a patto che si proceda in tempi strettissimi alla firma del nuovo contratto di concessione in uso degli impianti, secondo i parametri e le condizioni già avanzate dal Comune: 107 mila euro l’anno di canone.

Mano tesa all’US Latina
Calcio, ma dovrà
sbrigarsi a firmare
il nuovo contratto
di gestione degli impianti.

Oltre ad accettare la variazione del canone, la società sportiva dovrà impegnarsi anche a versare brevimano la quota di canone relativo all’annualità in corso, ovvero 50.000 euro, come da precedente convenzione. In Piazza del Popolo avrebbero già predisposto il testo della nuova delibera che fissa i rapporti futuri tra Comune e Latina Calcio, e la società nerazzurra è stata già convocata per un incontro che si vorrebbe risolutivo. 

La schiarita va comunque presa con le molle: nel palazzo di Piazza del Popolo non tutti sono favorevoli a concedere ulteriori dilazioni ad una società che fino a ieri si è mostrata refrattaria al dialogo e alla ricerca di una via d’uscita condivisa, motivo per cui c’è da ritenere che eventuali ulteriori pretesti dilatori potrebbero costituire lo spunto per chiudere definitivamente la trattativa e avviare il procedimento amministrativo di revoca della concessione d’uso del Francioni. Una eventualità che il Commissario Giacomo Barbato ha voluto sempre escludere, ma anche lui sa di non poter tirare la corda all’infinito su un credito sacrosanto del Comune.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400